MICRORGANISMI EFFETTIVI: Una benedizione per il nuovo millennio

I Microorganismi Effettivi (EM), sono il più incredibile gruppo di microorganismi che ci sia stato dato per la guarigione e la trasformazione del pianeta. Questi microorganismi possono incrementare la produzione agricola da due a dieci volte, aiutano a rivitalizzare il suolo, ad ammorbidirlo (specialmente il duro suolo del deserto), a rimuovere i funghi nocivi, le alghe e gli altri elementi contaminanti dall’acqua. Gli EM non sono composti da una tipologia specifica, ma da un misto di vari gruppi di microorganismi che agiscono sugli uomini, animali e sulla natura in maniera sana e rigenerante. L’innocuità e la sicurezza dell’applicazione degli EM, che non sono geneticamente modificati, e’ stata confermata durante anni di ricerche in Giappone e in altri paesi.
Non vengono usati solo nell’agricoltura, ma anche nell’igiene, nelle strutture sanitarie e nell’industria. La tecnologia EM viene divisa in due metodi di applicazione. Nel primo i microorganismi vengono applicati direttamente, nel secondo si usufruisce dei prodotti che derivano dal trattamento con EM. Il primo si concentra soprattutto su ambiente, agricoltura e allevamento;
il secondo ha il proprio fulcro nella gestione dell’energia, nell’applicazione a tutti i tipi di materiale o oggetto, e nel campo della medicina.

 

Cosa sono gli EM?

EM è l’abbreviazione per “Microorganismi Effettivi”, termine coniato dal Dottor Teruo Higa, professore presso l’Università Ryukyus a Okinawa, in Giappone, per definire una coltura mista di famiglie selezionate di microbi, come batteri dell’acido lattico, lieviti, batteri della fotosintesi, actinomiceti e funghi.

Essi convivono in una coltura fluida e si integrano nella loro attività, vivendo in simbiosi tra loro: infatti si nutrono del reciproco metabolismo. Al livello più essenziale, energetico, gli EM, grazie alla loro qualità vibrazionale, trasferiscono la risonanza cosmica dell’universo nel mondo fisico e ci invitano a risuonare in questa grande armonia.
In accordo con il dott. Higa, questi microorganismi hanno la risonanza magnetico-nucleare del Quan Yin, conosciuta in Giappone come Kanno Bodhisattva, la risonanza della compassione incondizionata. Il potere di questa risonanza crea un campo energetico che trasforma tutte le energie dissidenti in energie armoniose, ed ha il potere di trasformare le particelle subatomiche di qualsiasi cosa gli EM tocchino, migliorando ed indirizzando lo schema energetico degli organismi viventi verso la guarigione e l’equilibrio.
Questo processo crea quella che è chiamata entropia negativa, o Sintropia, cioè l’invertirsi dei processi degenerativi. In altre parole gli EM invertono il processo di invecchiamento e portano le funzioni della nostra energia vitale ad un nuovo livello.
In natura esistono due forze opposte e dinamiche che per le loro caratteristiche influenzano costantemente il mondo loro circostante, cioè quella della rigenerazione e quella della degenerazione. La forza della rigenerazione riempie tutte le cose di vita e vitalita’, e supporta e mantiene l’interezza, l’armonia e la buona salute. E’ produttiva, benefica e vitale: e’ la forza della vita. In opposizione a questa, la degenerazione crea le dinamiche della distruzione: genera il crollo, istiga e porta avanti l’invecchiamento e la decomposizione, l’inquinamento e la contaminazione, causando malattie e disagio. E’ patogenica e necrotica. Ambedue queste forze sono dominate dal potere di differenti tipi di microorganismi. Gli EM sono quegli organismi anabolici o rigenerativi che riportano l’energia vitale in tutto lo spettro della vita, includendo suolo, piante, vita animale e vita umana.

 

Il dott. Higa ha iniziato la sua ricerca sugli Em nel 1960, studiando il loro effetto biologico; normalmente nel suolo 1’80% circa dei microorganismi è opportunistico ed imita il comportamento dei cosiddetti “leader”, che possono essere anabiotici oppure degenerativi: secondo la legge della “prevalenza” gli EM, quando vengono applicati correttamente, assumono la leadership degli altri gruppi, rimpiazzando così gli organismi patogeni, cioè quelli che crescono nei terreni avvelenati da pesticidi, erbicidi e carenza di sostanze nutrienti; quando ciò avviene i microorganismi opportunistici per imitazione iniziano a svolgere anche loro un’azione anabiotica, dando luogo così ad un processo autogenerante che si perpetua nel tempo attraverso il quale il suolo può ritrovare la sua forma naturale di salute, come se stesse ripetendo l’azione biologica che normalmente
possiamo osservare in una foresta verdeggiante e rigogliosa. Da quando sono stati utilizzati la prima volta nel 1982, gli EM non hanno mai mostrato effetti collaterali in nessun campo di applicazione,
e per questo hanno ricevuto la definizione di Tecnologia Autentica, cioè una tecnologia creata dall’uomo che non comporta effetti dannosi né diretti né indiretti, né a breve né a lungo termine.

I microorganismi più importanti presenti nel composto EM, e la loro funzione

I seguenti microorganismi sono da tempo conosciuti ed utilizzati singolarmente dall’essere umano, ma prima del Dott. Higa, nessuno scienziato aveva ritenuto possibile che potessero convivere armoniosamente, specie per quanto riguarda la coesistenza felice di organismi aerobici ed anaerobici, né tantomeno che essi, così associati, potessero avere un effetto così benefico.
Ecco alcuni dei ceppi principali:

I batteri della fotosintesi

Sono microorganismi indipendenti ed autoconservativi; essi ricostruiscono sostanze utili tramite la metabolizzazione delle secrezioni delle radici delle piante, del materiale organico e dei gas nocivi, ed utilizzano come sorgente di energia il Sole ed il calore del terreno. Le sostanze da loro prodotte contengono amminoacidi, acidi nucleici e sostanze biologicamente attive. Sintetizzano il glucosio, sostengono l’attività degli altri microorganismi facenti parte degli EM, ed utilizzano creativamente i prodotti metabolici di altri microbi.

I batteri dell’acido lattico

Producono l’acido lattico dallo zucchero e dai carboidrati che sono metabolizzati dai batteri della fotosintesi e dai lieviti. L’acido lattico è un forte sterilizzante, che inibisce microorganismi dannosi e promuove la decomposizione accelerata del materiale organico

I lieviti

Sintetizzano le sostanze antimicrobiche ed utili degli amminoacidi e degli zuccheri isolati dai batteri fotosintetici. I lieviti producono ormoni ed enzimi che partecipano nella scissione cellulare, e le loro secrezioni costituiscono un substrato utile per microorganismi attivi come gli acidi lattici e gli actinomiceti. Gli EM vengono usati in agricoltura in oltre 160 Stati nel mondo, con significante successo. In almeno dodici di questi stati i rispettivi Ministeri dell’Agricoltura ne supportano l’uso attivamente. I risultati sono stati di gran rilievo. Possono aumentare la crescita del raccolto e della produzione da due a dieci volte. Effettuano un compostaggio naturale, eliminano gli insetti nocivi e guariscono gli organismi ammalati presenti nel compost e nel suolo accelerando la crescita naturale di organismi salutari. Gli EM aiutano inoltre a bonificare corsi d’acqua, fiumi e laghi: vengono anche usati in molte aree per pulire i sistemi di fognatura perché hanno la capacità di mangiare gli organismi dannosi che crescono nelle acque luride.

Destinazioni d’uso dei microrganismi

Casa

  • Pulizia e disinfezione di pavimenti, vetri, stoviglie, sanitari, tappeti, poltrone, divani, vestiti.
  • Riduzione di cattivi odori e muffe.
  • Trasformazione delle colonie di batteri, comunque presenti nelle abitazioni, in “rigenerative”.
  • Depurazione e rigenerazione acque chiare e scure.
  • Compostaggio accelerato dei rifiuti organici.

Agricoltura e ambiente

  • Riduzione dell’uso di fertilizzanti e trattamenti chimici.
  • Abbattimento delle infezioni da funghi e parassiti, con aumento della qualità e della produzione da 2 a 10 volte.
  • Bonifica e rigenerazione del suolo, anche se fortemente “avvelenato”, in suolo fertile.
  • Compostaggio di tutti i tipi di residui di lavorazione del terreno, anche in loco.
    Bonifica e rigenerazione di stagni, paludi, corsi d’acqua, fiumi, laghi e fasce costiere.

Allevamento

  • Igienizzazione degli ambienti, riduzione nell’uso di medicinali, miglioramento delle condizioni di vita.
  • Abbattimento dei cattivi odori.

Industria

  • Bonifica e rigenerazione di impianti di depurazione e fognature.
  • Capacità di rendere innocui i veleni di scarico prodotti dagli scarichi industriali, liquidi ed aerei.
  • Trasformazione di fanghi di scarico in fertilizzante del suolo.
  • Neutralizzazione di radiazioni nocive

Bio-edilizia

  • Possibilità di costruire edifici protetti dai fenomeni di degenerazione strutturale e da campi elettromagnetici dannosi per gli organismi viventi.

EMX bevanda

  • Disintossicazione da radiazioni nocive ed avvelenamenti
  • Abbattimento dei radicali liberi
  • Disintossicazione da metalli pesanti
  • Rafforzamento del sistema immunitario
  • Apporto di minerali, proteine e vitamine.

 

La bellezza degli EM nell’uso agricolo è che possono trasformare un terreno morto in un terreno vivente in modo prevedibile ovviando al bisogno di utilizzare pesticidi, erbicidi e fertilizzanti sintetici che sono forze di degenerazione sia per il terreno che per le persone esposte ai loro effetti. Con un uso prolungato nel tempo, il compostaggio artificiale diventa superfluo e il bisogno di letame animale come fertilizzante viene ridotto. Gli EM infatti effettuano il compostaggio in loco. Tutto ciò che è necessario è il nitrogeno proveniente dal taglio delle erbacce: semplicemente aggiungendo gli EM ai residui del taglio, questi diventano fertilizzante.
In aggiunta alla capacità di nutrimento del suolo, gli EM effettivamente mangiano i pesticidi e gli erbicidi come parte della loro azione, includendo le diossine e gli altamente tossici PCB (Bifenil-Policlorinati). Quindi gli EM aiutano a trasformare efficacemente aziende agricole che abbiano usato sostanze chimiche, in produttive aziende biologiche: il processo necessita di circa tre o quattro anni, e nel frattempo la produzione non soffre della riduzione che viene sperimentata normalmente durante il periodo di transizione da chimico a organico. Non solo gli EM rimpiazzano i fertilizzanti chimici ed i pesticidi mentre ne rimuovono i residui dal suolo, ma in aggiunta la loro risonanza magnetico-nucleare neutralizza praticamente tutte le energie dissidenti includendo le radiazioni dei raggi-X e anche quelle degli impianti elettrici ad alto voltaggio. Alcune delle ricerche eseguite in Russia nell’ambito del disastro radioattivo di Chernobyl hanno dimostrato che gli EM neutralizzano le radiazioni nel suolo in modo tale che le particelle radioattive non possano essere incorporate nei sistemi biologici di piante, animali ed esseri umani. Molte sono le prove che confermano che i materiali radioattivi si possono convertire in non-radioattivi.

Addirittura gli EM possono essere usati per ridurre le emissioni inquinanti da combustione di materie plastiche fino al 99,9%, le emissioni delle automobili ed il consumo di carburante.
I risultati dell’uso degli EM nel riparare l’ambiente naturale e nel creare sicurezza per la vita sulla Terra sono sbalorditivi. Gli EM, nelle loro varie forme, sono anche di grande guarigione per gli esseri umani. Una forma di EM, chiamata EMX, è in grado di rafforzare il sistema immunitario, neutralizzare i radicali liberi, e disintossicare il corpo da tutte le tossine. La sua risonanza magnetico-nucleare ha un effetto positivo che ricostruisce le cellule e ripara la struttura del DNA in modo che questo operi all’optimum, migliorando le funzioni biologiche ed aumentando il processo di ringiovanimento.
Il dott. Higa crede che gli EM aiutino a ripulire il DNA ed a trasformarlo in una frequenza ad alta risonanza, incrementando, il livello di vibrazione dei genomi. Gli EM aiutano la guarigione del cancro indebolendo le cellule cancerose, diminuendo i radicali liberi e rafforzando le cellule-T ed il resto del sistema immunitario. Alcune ricerche hanno inoltre dimostrato che gli EM sono utili nella guarigione delle tossicodipendenze e delle malattie croniche come il diabete.
Gli EM possono essere facilmente integrati a livello olistico nell’uso quotidiano.
Li possiamo usare nei nostri giardini, per purificare gli stagni, per ripulire le fosse biologiche, per il controllo delle malattie, per pulire e disinfettare le toilettes, i pavimenti e le finestre. Essendo esenti da sostanze tossiche possono essere sfruttati in campo alimentare per migliorare la qualità dei cibi, anche di quelli fermentati come il Kefir. Date le loro proprietà purificanti, possiamo anche usarli nella vasca per farci un buon bagno rivitalizzante. Da quando attraverso l’incontro con la meditazione i miei sensi hanno cominciato a risvegliarsi alla meravigliosa bellezza ed importanza della Natura che ci circonda, mi sono domandato come avrei potuto partecipare attivamente al mantenimento della sua salute ed armonia, ed ho incontrato sul cammino sentieri, visioni, tecniche e prodotti di tutti i tipi e per tutti i gusti, ma ognuno di questi sembrava o troppo complicato o troppo grande per essere utilizzato efficacemente e con semplicità. Per mia fortuna nell’estate del 2004, grazie alla lettura di un libro e successivamente tramite l’incontro con il Partner italiano della EM Research Organization, Siegfried Prantner, ho avuto la chance di incontrare ed iniziare ad utilizzare quotidianamente con successo la tecnologia EM, in tutti i modi a me possibili: in agricoltura, nel compostaggio dei rifiuti, per la cura del corpo, per la pulizia e la disinfezione della casa, e per la bonifica del depuratore delle acque chiare e scure di Podere Amarti, dove vivo, che è azienda agricola nonché centro per la meditazione e l’espansione del potenziale umano.

 

Re Nudo Giugno 2005