Morte. Un messaggio.

Una canalizzazione di Simone Focacci del 29 novembre 2011

di Simone Focacci

Io Sono colei in cui la Vita si manifesta.
Io sono colei in cui la Vita si evolve e cambia se stessa.
Io sono la Morte e sono al tuo servizio.
Io sono al servizio dell’Evoluzione, io sono al servizio del
tuo Karma, io al servizio del Tempo che scorre nell’Evoluzione.
Io sono qui a parlarti perché tu mi hai dimenticato.
Hai dimenticato chi sono, hai dimenticato quindi una parte di te. Sono centinaia di anni che tu non mi ascolti più, e centinaia di anni che l’uomo non ascolta le mie parole.
Adesso sono a te in una forma diversa, affinché tu possa ascoltare di nuovo te stesso, perché io sono in te e sono al tuo servizio. Per troppo tempo mi hai scacciato dalla tua Conoscenza, dal tuo Sapere, dalla tua Consapevolezza. Mi hai chiamato con nomi diversi dal mio, mi hai rappresentato come non sono, mi hai temuto per quello che non rappresento. Mi hai dimenticato per quello che ti dono e hai disonorato con le tue paure il nostro antico patto.
Tu che sei in me, tu che ti evolvi e ti manifesti nel tempo che io servo, attraverso il passaggio nel mio grembo.

Te, che ho osservato fin dalla tua prima nascita e che ti manifesti attraverso di me. Te, che ho osservato diventare Luce dallo Spirito della Creazione, per manifestare la tua Evoluzione. Te, di cui ho visto creare il tuo primo corpo e che hai chiesto il mio aiuto per la tua manifestazione.
Ricorda adesso questo antico patto, ricorda come ci siamo uniti per la prima volta. Ricorda adesso che io sono al tuo servizio. Ricorda chi sono veramente. Ricorda che io ti servo come servo la creazione che tu rappresenti.

Io ti servo come servo l’Evoluzione che si manifesta. Io sono la Morte e oggi parlo a te perché è il tempo del tuo Risveglio Supremo e della tua Pace. Ascoltami perché oggi io sono a te per non essere più temuta o desiderata. Troppo del tuo prezioso tempo hai avuto paura di me, troppo mi hai desiderato, o addirittura hai voluto credere di scegliere al mio posto. Mi hai servito tante volte donandomi i tuoi fratelli, credendo così di poter posticipare il nostro incontro. Ma io sono la Morte e sono dentro di te, sempre e da sempre. Mi hai diviso dalla tua vita, dividendomi dalla Vita. Ma io sono Uno con te e con tutto ciò che è. Tutto si manifesta in me come io mi manifesto nel Tempo. Io non decido, io non ti odio, io non ti amo ma solo ti servo. In questo mio servizio c’è l’Amore più grande per tutto ciò che è la Creazione.
Uomo, non temermi mai più. Uomo, non amarmi più del tuo amore senza consapevolezza. Uomo, non servirmi più perché solo io posso servire te. Uomo, comprendi ciò che è nella realtà della tua evoluzione. Uomo, non dimenticare l’immortalità della tua Anima solo per sfuggire a me.

Non puoi sfuggirmi perché siamo Uno dall’inizio dei tempi. Abbiamo fatto un patto ricordi? Ricordi che tu, quando ancora eri Luce nella Luce, hai promesso che mi avresti donato tutti i corpi che avresti manifestato nella tua evoluzione affinché io potessi crescere in questi doni. Ricorda che io ho promesso in cambio di servirti affinché l’immortalità della tua Anima crescesse ogni volta, usandomi. Io sto ancora mantenendo il mio patto!
Tu sei passato così tante volte in me, che solo la Grande Memoria può ricordare. Ogni volta passando nel mio grembo, mi hai donato le tue sofferenze, i tuoi dubbi, le tue paure ma anche le tue consapevolezze e la tua esperienza. Così il grande ciclo continua, così tutto si evolve in noi, in me e in te. Così tutto si può manifestare ad un altro livello evolutivo. Ricorda, io non ti bramo né ti amo ma solo ti servo e in questo c’è l’Amore più grande.

Ricorda quante volte ci siamo abbracciati riconoscendoci, senza le tue paure, senza le tue idee. Ricorda come è caldo e rassicurante passare in me. Ricorda ogni volta che mi hai lasciato le tue sofferenze e anche i tuoi amori. Ricorda che cosa hai ritrovato dopo di me, forse le sofferenze? No, quelle le ho trasformate io per te, per servire il tuo Karma, il Tempo e l’Evoluzione. Forse io nel tuo tempo di crescita ti ho tolto i tuoi amori o essi sono di nuovo incarnati intorno a te? Io lascio sempre l’Amore rimanifestare se stesso, perché è una delle Forze Supreme che io servo. Io prendo solo ciò che non ti serve nella tua vita futura. Tu mi hai sempre lasciato solo i tuoi pesi per riconoscere i tuoi doni imperituri. Adesso è il tempo che tu ricordi e che tu riconosca la realtà di tutto ciò che è, di ciò che io sono per te. A volte mi hai amato più della vita ma anche questa è un’illusione perché non c’è differenza, non c’è divisione tra le Forze Supreme dell’Evoluzione. Io sono il respiro dell’Esistenza, io sono la Morte che manifesta la Vita. Non desiderare adesso di ricongiungerti a me, perché oggi non è il tuo tempo e non impareresti niente dal nostro incontro. Usa il tuo tempo al servizio della tua Evoluzione come io servo te.

Ti chiedo adesso nella tua manifestazione presente di ricordare infine la realtà che ci unisce, il nostro vero legame. Così quando ancora mi attirerai a te in questa tua vita, ricorderai chi sono in realtà e cosa rappresento davvero per te. Passerai allora ancora una volta attraverso la Porta Dimensionale che io rappresento e mi lascerai un’ultima volta la tua mortalità, affinché la tua immortalità manifesti se stessa nella Nuova Era che ti appartiene.
Io sono la Morte e nel mio abbraccio prenderò ancora una volta i tuoi pesi, in modo che tu possa evolverti ancora e io possa evolvermi attraverso la tua esperienza. Questa è la mia parola e ancora la mia promessa per te. Questo è ciò che farò per te, perché io sono la Morte e sono qui per servirti.

www.SimoneFocacci.com