OLI ESSENZIALI, NUTRIMENTO DELL’ANIMA di Sabrina Grandoni

La natura dà, è generosa…l’uomo con la sua opera alchemica di distillazione dà vita agli oli essenziali.

Essi rappresentano una grande risorsa per sostenere e nutrire anima, mente e cuore; il loro uso quotidiano, semplicemente annusandoli scatena cambiamenti sottili e immediati che elevano il nostro Essere.

La vibrazione elevata propria degli oli integri e puri contribuisce alla salute fisica ed energetica del nostro corpo. Questa azione non appartiene agli oli sintetici o chimicamente ricombinati, seppur in maniera nobile come in certi profumi: energeticamente sono privi di vita, sono sostanze morte… non possono armonizzarsi con la nostra vitalità in maniera profonda.

Quindi la prima raccomandazione è utilizzare oli essenziali integri, puri e naturali ovviamente.

Di seguito darò qualche indicazione su alcuni oli che possono sostenerci nel rafforzare la fiducia e l’amore in noi stessi.

Una premessa è d’obbligo: quando utilizziamo un olio essenziale per la nostra guarigione è importante che la sua fragranza sia accettata e ben accolta…deve piacere a noi e non agli altri, è una relazione intima e unica che ci coinvolge a più livelli.

Bene…Partiamo dalle radici…dalla terra che ci sostiene e aiuta ad ancorarci, così che si alimenti la fiducia amorevole per camminare e muovere i nostri passi.

Vetiver (Vetiveria Zizanoides) distillazione delle radici, così resistenti e forti, tanto che viene utilizzata anche per consolidare i terreni; riesce a resistere a siccità ed alluvioni….e questo è il messaggio vitale e l’energia che porta.

Adatta a chi ha perso il contatto con la terra ed è proiettato fuori dalla realtà, o in altro tempo: per chi disperde energie nel futuro a scapito del qui e ora. Aiuta a sentire la connessione con la terra, il radicamento, aiutandoci nella realizzazione degli obiettivi e stimolando la fiducia e la sicurezza in ciò che intraprendiamo.

Il vetiver ha un’energia estrema, forte, olfattivamente impegnativa, con note affumicate, di terra, calde, legnose.

Possiamo massaggiare una o due gocce in olio di mandorle a livello del basso addome e del sacro, lavorando più giù a livello del 1^ chakra, oppure semplicemente “ascoltandolo” a occhi chiusi in meditazione olfattiva, portandolo in profondità.

Questa ultima modalità è valida per tutti gli oli essenziali, in modo tale che lavorino con la nostra presenza consapevole, emozionalmente, mentalmente ed energeticamente.

Ed ora parliamo di un legno…

Il Cedro Atlas (Cedrus Atlantica) è un maestoso albero che con la sua forza gentile ci comunica solidità, protezione e la forza qui si radica nella fiducia, una fiducia che rafforza e ci sostiene…

Fiducia che è importante per vivere positivamente e in ricchezza la vita.

Ha una fragranza fresca, dolce, pungente e delicata con una forza che si fa ascoltare nel tempo, due gocce in olio sul 2^ e 4^ chakra.

Le spezie come la Cannella emanano una forza gioiosa e forte, colorata, una spinta focosa che scalda il Cuore e ci apre all’amore, alla gioia e alla fiducia; in questo caso è d’obbligo diluire l’olio essenziale in olio per la loro dermoaggressività.

Quando il cuore vive un senso di perdita, vuoto, insicurezza, irrequietezza e si ha perso la connessione…Unire una essenza che radica con note di cuore completano l’opera alchemica di guarigione.

Per il cuore altri oli essenziali che nutrono sono la Rosa (Rosa Damascena/Centifolia) e il Neroli (Citrus Aurantium Flower, fiori dell’arancio amaro) entrambi piuttosto costosi, ma ne vale la pena; queste fragranze appartengono ai fiori, che aiutano in maniera gentile ad aprirci alla vita, alla sua fragranza e bellezza, e contemporaneamente ad accettare lo sfiorire delle cose. Tutto nel corso dell’esistenza è in continuo mutamento e se vogliamo, ha un “inizio, un apice e una fine.

Il cuore unisce e collega la terra con il cielo, tutto abbraccia e guida, armonizza le energie più terrene a quelle più sottili e intuitive; e la gioia che appartiene al cuore può essere alimentata dagli oli essenziali agrumati come la Litsea (litsea cubeba, distillazione dei frutti), chiamata “fragranza degli Angeli”, l’Arancio e il Bergamotto: essi lavorano sulla fiducia in se stessi, e possono essere massaggiati in olio a livello del 3^ chakra.

Gelsomino, Geranio, Lavanda, Vaniglia e altri ancora sono legati al cuore e all’amore, così come altri sono messaggeri di fiducia…Mirra, Basilico, Mandarino

L’uso quotidiano e costante permette la loro attività sul piano emozionale, energetico e fisico; annusarli ogni volta che se ne sente il bisogno, diffonderli nell’ambiente con vaporizzatori, diffusori e bruciatori almeno 2/3 volte al giorno per due ore, poche gocce spalmate sui chakra con un olio vegetale come jojoba o mandorle, due gocce nei fazzolettini di carta, una goccia su un cartoncino da usare come segnalibro, qualche goccia come profumatore nella biancheria, crearsi un profumo semplicemente con acqua distillata e/o alcool per uso alimentare (20 ml alcool+80 ml acqua distillata+ 20 gtt dei nostri oli)…diversi modi per essere accompagnati dalla loro profumosa e preziosa fragranza…E si vedranno i risultati della loro opera.

Sono tanti gli oli che possiamo unire e trovare per lavorare sulla fiducia e sull’amore…ogni sfumatura nel sentimento può riconoscere intimamente una determinata essenza, e ogni persona deve trovare la propria; è qui che entra in gioco “l’ascolto” profondo e attento all’olfazione delle diverse fragranze e, in questo modo, riconosciamo quelle adatte in quel momento per noi.

Trovarsi di fronte alla possibilità di “ascoltare” diverse essenze ci permette di esplorare mondi emozionali e intuizioni profumate bellissime…

Questo è anche possibile con noi, quando ci incontreremo: Vivi Armonico offre un’ampia scelta di oli di elevata qualità e vi accompagnerò in questa esperienza olfattiva al banco… se vorrete venire a trovarci.

Grazie dell’ascolto

Sabrina

VISITATE  www.viviarmonico.it