Vivere sani e in forma con l’ayurveda

L’Ayurveda è la Scienza della Vita.
La vera vita è salute.
L’Ayurveda è la scienza della Salute personale e della salute sociale.
La salute è una materia molto vasta e altrettanto seria.

Secondo l’Ayurveda l’universo che conosciamo è composto dai cinque Elementi: lo spazio eterico del cosmo e dei buchi neri, il vento cosmico con la sua aria, il calore del fuoco del Sole, la vastità delle acque di tutti i mari e gli oceani, la materia solida come la terra, le rocce, gli alberi e le montagne. Ritroviamo nell’uomo questi cinque elementi: L’ Etere – negli spazi intercellulari, nelle cavità di viscere e ossa, l’ Aria – nell’apparato respiratorio e nelle viscere intestinali, Il Fuoco – è il calore del corpo, il fuoco metabolico che tutto brucia, l’ Acqua – rappresenta la parte liquida che scorre e la componente fluida che lubrifica il corpo, la Terra – è l’elemento che dà forma a ossa, muscoli, grasso e organi solidi. I cinque elementi si organizzano e si combinano tra loro per dare vita ed esprimere delle forze nuove, dotate d’intelligenza e chiamate dall’Ayurveda Dosha.
Esistono persone con prevalenza di elementi etere e aria, di costituzione ayurvedica Vata; Altre con un
forte fuoco, di costituzione ayurvedica Pitta; Altre ancora con molta acqua e terra, di costituzione ayurvedica Kapha.

Etere + Aria = Intelligenza chiamata Vata Dosha
Fuoco = Intelligenza chiamata PITTA Dosha
Acqua + Terra = Intelligenza chiamata Kapha Dosha

Nel linguaggio comune si dice “quella persona è piuttosto eterea” oppure “è molto focosa” oppure
“è assai terrena” o ancora “è tutta per aria”. Queste immagini inquadrano il concetto di costituzione
ayurvedica. Tutti noi siamo composti dai cinque elementi, ma ognuno con quantità e proporzioni uniche
e irripetibili, e quindi con una costituzione ayurvedica individuale. Ogni Dosha ayurvedico ha una propria caratteristica che lo rende unico. Per questo, se sei Vata, Pitta o Kapha, devi seguire i giusti ritmi, seguire la giusta alimentazione e fare il giusto sport.

Dosha Ayurvedico Vata
Caratteristiche fisiche
Osservandola fisicamente, la persona che ha una prevalenza di Dosha Vata, si presenta come una persona molto alta o molto bassa, un po’ asimmetrica, esile con ossa sporgenti e poca massa muscolare. Ha capelli secchi, crespi e ricci, pelle secca e ruvida Gli occhi sono infossati, spesso scuri, bocca piccola con labbra asciutte, i denti irregolari che tendono alla carie. Le mani sono sottili con vene in rilievo e unghie fragili, spesso rosicchiate.
Stile di vita del Dosha Vata
La persona di costituzione ayurvedica Vata è sempre attiva, un po’ frenetica, fa tutto velocemente, parla a raffica, interrompe i discorsi degli altri, cammina correndo, cambia meta durante il tragitto e questa accelerazione consuma molta energia e si ritrova spesso stanca. Teme il freddo, non Ama la regolarità, alterna il digiuno (perché si dimentica di mangiare o non ha tempo) all’eccesso di cibo, con conseguenti problemi digestivi. Dorme poco con sonno disturbato, è instabile e volubile, cambia sempre idea e non sa mai cosa decidere, nell’amore e nell’amicizia è incostante. Si adatta bene al cambiamento, Ama viaggiare, tende a guadagnare velocemente e a spendere altrettanto in fretta, è creativo, apprende subito ma dimentica poco dopo.
Disturbi del Dosha Vata Soffre di ansia, tensione nervosa, insonnia, stitichezza,dolori alle ossa, disturbi mestruali, mal di testa.
Consigli per il Dosha Vata
La persona con costituzione ayurvedica Vata prevalente, dovrebbe sforzarsi di essere regolare nelle abitudini, soprattutto negli orari in cui consuma i pasti e quando va a letto e si alza al mattino. Il Dosha Vata mal sopporta stress prolungati, per cui è consigliato prendersi dei momenti di relax durante la settimana per non soffrire poi crolli improvvisi. Costituzione ayurvedica Vata. Elementi squilibranti.
L’Ayurveda sconsiglia tutto quello che accelera e sregola il Dosha Vata, già disordinato per natura:
Stress psicologico, ansia, paura, eccesso di lavoro mentale, stress fisico, viaggi lunghi ed estenuanti,
eccesso di attività, parlare troppo e troppo velocemente, stile di vita non regolare, mancanza di sonno,
esposizione a campi elettrici e radiazioni, digiuno o eccesso di cibo, trattenere necessità naturali.
Costituzione ayurvedica Vata.
Elementi riequilibranti. Per riequilibrare il Dosha Vata in eccesso, l’Ayurveda consiglia alcune pratiche e abitudini che calmano e stabilizzano questa costituzione ayurvedica: Preferire climi caldi e asciutti, evitare climi freddi e ventosi, preferire spostamenti brevi e confortevoli, evitare stimoli sensoriali eccessivi, mangiare con regolarità nella quantità e negli orari, tenere pulito l’intestino.
Dosha Ayurvedico PITTA
Caratteristiche fisiche
La struttura fisica di una persona con prevalenza di Dosha Pitta, è caratterizzata da: Corporatura “media”
– struttura fisica né troppo alta né troppo bassa, né magra né grassa, buona muscolatura – una buona massa muscolare di natura, che rimane sempre tonica, la pelle è calda e presenta lentiggini, nei, macchie, brufoli, eruzioni cutanee, i capelli sono rossi o biondi, con tendenza alla calvizie o a diventare presto grigi, gli occhi sono penetranti, verdi, grigi, castani o color rame, la bocca è media, con labbra rosse e denti che tendono al giallo, le gengive si infiammano e sanguinano facilmente. La costituzione ayurvedica Pitta é dotata di un forte fuoco digestivo, Agni, e quindi ha molto appetito, con necessità di mangiare spesso. Il Pitta causa una sudorazione intensa, per cui è preferibile il clima freddo a quello caldo. La persona di costituzione ayurvedica Pitta gode di un buon sonno ma non dorme troppo a lungo, lavora con determinazione pensando solo a ottenere i suoi obiettivi.
Lo stile di vita del Dosha Pitta

La persona di costituzione ayurvedica Pitta ha un carattere forte e deciso, con tendenza alla leadership.
Si muove per lasciare il segno, con attitudine competitiva. Tende a investire il denaro guadagnato per farlo fruttare. È molto intelligente e seleziona accuratamente interessi, amicizie e relazioni affettive, arrivando a volte ad essere ipercritica. Ama l’arte, la cultura, la politica e le sue vacanze devono trascorrere nell’agio e in modo che possa approfondire i suoi interessi.
Disturbi del Dosha Pitta
Una persona con prevalenza di Pitta non si rilassa facilmente e non “stacca” mai la testa. Soffre di attacchi d’ira, gelosia, bruciore di stomaco, allergie, disturbi della pelle, problemi alla vista.
Costituzione ayurvedica Pitta. Elementi squilibranti.
Vi sono alcuni fattori della nostra vita che influenzano negativamente o positivamente il Pitta, cioè lo aumentano a discapito dell’equilibrio dell’organismo oppure lo riequilibrano a favore della sua salute. Chi è di costituzione ayurvedica Pitta dovrebbe evitare alcuni atteggiamenti e abitudini che squilibrano questo dosha ayurvedico: Competitività, eccessivi sforzi fisici, indigestione, eccesso di carne, eccesso di spezie piccanti, eccesso di stimolanti e fumo di sigaretta, bevande troppo calde, esposizione al sole e fonti di calore.
Costituzione ayurvedica Pitta. Elementi riequilibranti.
Pitta dovrebbe favorire: Bagni e docce fredde, dormire al freddo, esercizi di rilassamento, ambienti piacevoli e rilassanti, riposare la vista, bagni di luna, alimentazione non piccante, burro chiarificato, acqua fresca da bere.
Consigli per il Dosha Pitta
Evitare situazioni di tensione e competitività, evitare esposizione eccessiva al sole, proteggere la pelle, riposare la vista, non lavarsi i capelli con acqua troppo calda, fare bagni tiepidi o freschi, mangiare poco e spesso.
Dosha Ayurvedico Kapha
Caratteristiche fisiche
Chi possiede una prevalenza di Kapha è di corporatura robusta, non necessariamente grassa, con ossatura larga e pesante. La pelle è chiara, liscia, morbida, un po’oleosa, I capelli sono folti, lucenti e
ondulati. Gli occhi appaiono grandi, chiari, affascinanti, con ciglia lunghe e folte. La bocca è carnosa,
i denti sani, bianchi e regolari. Le mani sono grosse, lisce e forti, con belle unghie. Generalmente non ha molto appetito, ma il metabolismo è lento e tende a ingrassare. È molto forte, un po’ pigro a mettersi in moto, ma quando si attiva ha una straordinaria resistenza fisica. Dorme profondamente e a lungo.
Ha una buona salute di base.
Stile di vita del Dosha Kapha
È una persona calma e rilassata, costante e affidabile, ama la regolarità, è metodica, per questo non si adatta bene al cambiamento e viaggia poco volentieri. Non cambia idea facilmente, ha bisogno dei suoi ritmi, apprende lentamente, ma una volta imparato non dimentica più. È timida e riservata con pochi amici a cui rimane fedele tutta la vita.
Ama indugiare nei piaceri fisici, dal cibo al sesso. Guadagna volentieri denaro e prova soddisfazione nel vederlo accumulare.
Disturbi del Dosha Kapha
Soffre di aumento di peso, ritenzione idrica, eccessiva produzione di catarro, digestione lenta, letargia, pigrizia, può manifestare attaccamento e avidità. Vi sono alcuni fattori della nostra vita che influenzano negativamente o positivamente il Kapha, cioè lo aumentano a discapito dell’equilibrio dell’organismo oppure lo riequilibrano a favore della sua salute.
Kapha dovrebbe evitare
Mancanza di attività fisica, sedentarietà, mancanza di stimoli, sonno diurno, cibi grassi, bibite fredde, latticini soprattutto alla sera, clima umido e nebbioso.
Kapha dovrebbe favorire
Esercizio fisico, attività stimolanti, digiuno controllato, riduzione del sonno, bevande calde, miele stagionato da almeno 6 mesi, cibi leggeri e non grassi.
Consigli per il Dosha Kapha
Evitare il clima freddo e umido, non fare bagni prolungati, non riposare nelle ore diurne, fare attività fisica ogni giorno, stare lontano da dolci e latticini, assumere una alimentazione leggera con brevi digiuni periodici, assumere durante la giornata e prima di dormire bevande calde non zuccherate.

Simona Vignali è direttrice della SIMA Scuola Integrata di Massaggio Ayurvedico e autrice del Manuale Moderno di Ayurveda.

Pubblicato nel numero 12 di Renudo