L’essere umano patrimonio dell’umanità? Al Ministero non ci risulta…

Silvano Agosti, regista, ricercatore spirituale laico, aveva scritto all’U.N.E.S.C.O.  questa lettera:

Ho trascorso la mia vita attratto e affascinato dall’idea di esaminare la condizione umana e sono giunto alla  conclusione che l’essere umano, pur presentandosi all’origine e alla nascita come il massimo capolavoro della natura,è di fatto ancora oggi la realtà più sottovalutata,più negata e più sottomessa e oppressa da qualsiasi forma di potere e di reggenza presente sul pianeta.
Nel corso degli anni ho maturato la convinzione che sarebbe di straordinario valore umanitario proclamare ufficialmente l’Essere Umano “ Patrimonio dell’Umanità” da parte di un Ente Ufficiale Planetario, come è giusto che sia per i massimi capolavori dell’arte e della natura.

Ed ecco cosa ha risposto un solerte burocrate 4 anni dopo:

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

OGGETTO: Essere umano proposta di candidatura lista rappresentativa patrimonio culturale immateriale dell’Umanità

Gentile signor Agosti,

in merito alla sua richiesta di iscrizione dell’ “Essere Umano” nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità si rileva che l’elemento così definito non è rintracciabile nelle definizioni  degli elementi di Patrimonio Culturale immateriale presenti nell’art.2 della convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale del 2003; inoltre non è possibile  attuare i cinque criteri presenti nelle Direttive Operative di giugno 2008 e confermato nelle Direttive Operative del giugno 2010, necessarie per la presentazione delle candidature.  La richiesta è stata verificata nella sua congruità dal Gruppo di Lavoro interministeriale permanente, il quale non si è distaccato da quanto si sta scrivendo.

Il Direttore

Dott. Gianni Bonazzi

Se vuoi sottoscrivere la petizione popolare promossa da Silvano vai sul suo sito