A cosa serve l’astrologia?

Una riflessione di Samapatt, astrologa evolutiva, counselor olistico e da molti anni autrice dell’oroscopo di Re Nudo

di Samapatt Toschi

Molte persone liquidano l’ astrologia con il termine ” superstizione”, e usando logica e ragione la relegano nel mondo oscuro della credulità popolare, ignorando che l’ astrologia ha radici antichissime, e che solo frammenti incompleti di questa arte sono arrivati fino a noi. Probabilmente le leggi fondamentali dell’astrologia furono scoperte da civiltà antichissime di cui noi non abbiamo nemmeno sentito parlare! L’astrologia quindi è una disciplina, un tempo molto avanzata e nata in civiltà estremamente evolute, ma che è successivamente andata perduta. Quello che è arrivato fino a noi sono solo frammenti, parte di un insegnamento che in passato verosimilmente era considerato un modo per rendere religioso l’uomo, inserendo nella sua vita l’accettazione, la comprensione dello stato d’essere delle cose.

Chi desidera conoscere se stesso più profondamente, si avvicina all’astrologia per  scoprire le proprie fragilità ma, soprattutto, i propri talenti innati, o anche le ragioni intrinseche che  lo portano a comportarsi o a sentire in un certo modo.
L’astrologia esercita ancora dopo millenni un fascino incredibile e molte persone ricercano tra gli astri una soluzione ai loro problemi oppure sperano di sentirsi predire un futuro luminoso. Tutto questo fa parte di una antiquata concezione della funzione dell’astrologo.

L’astrologia fondamentalmente è un linguaggio simbolico. L’assunzione fondamentale dell’astrologia è data dall’unità e reciprocità di individuo e universo, di microcosmo e macrocosmo. Macrocosmo e microcosmo sono due concetti che rimandano ad un realtà che  costituisce un insieme indivisibile, una unità dove le parti (il microcosmo) sono in rapporto ad un tutto più ampio (il macrocosmo). Le posizioni della Luna, del Sole e degli altri pianeti e i loro rapporti specifici, rivelano la natura, la qualità, la struttura dell’individuo. Il macrocosmo, il sistema solare, e il microcosmo, l’essere umano, si riflettono l’uno nell’altro; l’uno, il tutto è presente in ogni cellula del nostro corpo, in ogni goccia d’acqua, in ogni fiore, in ogni stella, nell’intero universo.

L’astrologia che amo è un tipo di astrologia che serve a “studiare” l’animo umano, un’astrologia che ci parla di noi, di come siamo fatti, che ci può spiegare i nostri meccanismi interiori. L’astrologia evolutiva ricollega l’astrologia  all’evoluzione dell’anima dell’individuo. L’astrologia è la mappa dell’anima.
In un oroscopo possiamo leggere un’intera vita, dalla nascita in poi, possiamo cogliere le varie sfumature che fanno di ognuno un essere unico e inconfondibile, Ma prima di diventare accompagnatori del viaggio di conoscenza di un’altra persona, è necessario fare un percorso personale che porti l’astrologo evolutivo a toccare i temi più profondi e importanti della propria vita, le dinamiche non risolte, e coraggiosamente  iniziare un viaggio che definirei sciamanico “alla ricerca dell’anima” o di quei pezzi di anima che sono stati perduti durante il cammino.

Voglio concludere con queste bellissime parole del mio amato Maestro, Osho:

Dico che siamo influenzati dalla Luna e dalle Stelle. Ma dico anche che la Luna e le Stelle sono influenzate da noi. La vita è un tutto unico. Solo se riuscite a percepire questa globalità, potrete comprendere l’astrologia; altrimenti non ci riuscirete mai. L’astrologia è un aspetto, una dimensione della spiritualità: è la scienza della totalità, dell’unione, della non-dualità
Osho, “The Hidden Mysteries”,  1971, Bombay-India
 

Samapatt E. Toschi
Osho Astrologer-Astrologa Evolutiva e Karmica
Counselor Integrale Olistico e  Operatore Olistico, accreditata S.I.A.F.
samapatt@libero.it
338 6439418