IL CORPO E L’ANIMA, L’IO E LA COPPIA di Gloria di Capua e Maurizio Lambardi

Tantra e dintorni: parlano i fondatori dellAccademia Corpo e Anima

intervista a cura della redazione

Gloria di Capua e Maurizio Lambardi, sono counselor, life coaches e costellatori, che si occupano di crescita personale e cura della relazione. Noti per i loro corsi e come autori del libro “Tantra & Amore”, hanno sviluppato il loro specifico “Active Integrative Method” dove coniugano le rispettive competenze, unendo tecniche orientali, propriamente legate al Tantra ed alla meditazione, con metodiche più occidentali come il counseling ad approccio corporeo e le costellazioni familiari. Tutto questo con una buona dose di esperienza diretta sul campo, maturata come coppia nella vita quotidiana.

Quando si sente la parola Tantra, il pensiero corre alle dichiarazioni di alcuni vip circa la durata dei loro rapporti sessuali, prolungata in termini di ore proprio grazie all’utilizzo di tale pratica.

A voi, che di Tantra e di amore siete esperti, chiediamo: cos’è il Tantra?

– Maurizio Lambardi: È una disciplina sacra, un’arte divina, che ci insegna a vivere l’amore in maniera piena, che prende in considerazione la coppia e l’atto sessuale in termini di fusione non solo tra i corpi, ma tra le anime e le energie femminili e maschili, che rappresentano i cardini dell’universo stesso. È per questo che si risveglia una grande energia sessuale, perché ogni coppia in unione fisica incarna e vivifica l’eterno incontro generativo tra il dio e la dea.

– Gloria Di Capua: La pratica e la filosofia di base sono molto antiche e provengono dall’Oriente, tuttavia, un concetto del tutto analogo, è presente in ogni religione, pensate ad esempio ai grandi templi megalitici, dalla Gran Bretagna a Malta, tutti indistintamente segnano il momento in cui il dio si unisce carnalmente alla dea e spesso rappresentano tale incontro sessuale mediante speciali giochi di luce ed ombre, con i quali il fallo del dio raggiunge la vulva della dea.

Si parla quindi di sesso sacro?

– Gloria: Si parla di riscoprire la sacralità dell’atto sessuale, il che non significa convertirsi ad una religione lontana o estranea alla nostra cultura, ma conoscere, rispettare ed amare le diversità del partner ed avvicinarsi all’atto di fusione fisica non come gesto di routine ma come momento di grande arricchimento personale e di coppia, nel quale si dona e si riceve.

E questo si rivela di aiuto per le coppie in crisi?

– Maurizio: Trovare o ritrovare una relazione appagante, viva, passionale e intima è spesso alla portata anche dei casi apparentemente più complessi. I nostri nuovi strumenti di ricerca interiore mettono insieme corpo, mente, spirito ed emozioni e li affrontano in maniera organica, perché l’uomo e la donna sono organismi complessi, portatori di problematiche interconnesse. Ci sono due corpi, due anime, due “io”, ciascuno col suo bagaglio di esperienze e difese caratteriali. La coppia è il sistema complesso dove i due interagiscono su tutti questi livelli. Se lo scambio è sano ed equilibrato su tutti i piani, si ottiene una relazione appagante, passionale, che arricchisce entrambi. Quando, invece, ci sono zone d’ombra e meccanismi difensivi, specchio di un problema che è personale prima ancora che di coppia, l’interazione risulterà malata ed insoddisfacente.

Risolvere i problemi relazionali passa quindi attraverso l’introspezione?

– Gloria: Conosci te stesso è la somma sintesi di ogni insegnamento spirituale, filosofico e religioso, antico e contemporaneo. «Non andare fuori, rientra in te stesso: è nel profondo dell’uomo che risiede la verità» è una frase di Sant’Agostino, tanto per fare un esempio affine alla nostra cultura. Anche per la coppia, è una regola che resta a caposaldo: il primo e  necessario passo da compiere è sempre quello imparare ad interagire con noi stessi. Per vivere una relazione appagante con un partner, dobbiamo anzitutto vivere una relazione appagante con il nostro “io”. Significa conoscerci nel profondo e assumerci la responsabilità dei nostri comportamenti, accettando che spesso siano alla base della nostra infelicità individuale e di coppia.

La vostra Accademia si chiama “Corpo e anima”, per quale motivo?

– Maurizio: L’insoddisfazione personale genera quella relazionale, che a sua volta provoca sofferenza emozionale, che si esprime in rigidità e mancanza di appagamento. Perché il nostro corpo, che è il luogo dove nasce il piacere, è anche il tempio della nostra anima e le due strutture sono strettamente interlacciate. Ecco perché il nostro metodo è così efficace: perché rappresenta un approccio organico, che tiene conto di tutti i fattori coinvolti nella relazione: le due individualità, le loro emozioni, il loro spirito, la loro energia ed i loro corpi.

– Gloria: Noi, che siamo coppia anche nella vita, non proponiamo astratte teorie, ma percorsi collaudati nella nostra esperienza anche personale e non solo formativa, coniughiamo tecniche orientali, propriamente legate al Tantra ed alla meditazione, con quelle occidentali, come la terapia corporea attraverso l’IBC (Integrative Body Counseling), le Costellazioni Familiari, il Life coaching e la Consulenza Sessuale. Il nostro è un percorso intrigante verso la conoscenza di te stesso attraverso il Tantra, che conduce a una pienezza della vita amorosa e sessuale.

A chi può essere utile?

– Gloria: Il programma integrato è rivolto prevalentemente alle coppie che desiderano rinnovare e rinvigorire il loro rapporto relazionale ed a quelle che vivono un momento critico, anche, ma non solo, da un punto di vista sessuale.

– Maurizio: È di grande aiuto anche per le persone single, come strumento di crescita personale e consapevolezza o per la risoluzione di problematiche nelle interazioni familiari e lavorative. Le ore di frequenza ai nostri corsi sono inoltre riconosciute dalle scuole di counseling ai fini formativi.

PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI O PER VEDERE IL CALENDARIO DEGLI EVENTI VISTITATE www.corpo-anima.it