100. L’uomo olistico / Una rivista olistica

In ogni epoca ricorre il mito dell’uomo-dio, del super uomo, dell’uomo nuovo. Negli anni duemila si è delineata la prospettiva di una nuova possibilità concreta raggiungibile. Si tratta dell’uomo olistico.

Quest’uomo, interprete della cultura olistica racchiude in sé quattro aspetti essenziali: l’essere umano dedito alla ricerca di sé, l’essere umano dedito alla cura del proprio corpo, l’essere umano attento al rapporto con l’ambiente, l’essere umano capace di osservare la dimensione socio-politica. Questo essere umano a quattro dimensioni, capace di evolvere in un processo di armonizzazione di questi quattro aspetti, si chiama uomo olistico, il protagonista di una cultura che Re Nudo cerca di rappresentare nel più ampio spettro possibile.

Al centro di questo processo, l’elemento che fa da baricentro è la ricerca di sé, il percorso evolutivo che pone la crescita della consapevolezza come premessa essenziale per la realizzazione di ogni ambito di vita. Infatti se la cura del proprio corpo, dell’ambiente, della res pubblica, non fossero conseguenza di un processo di consapevolezza e di crescita della coscienza di sé, rischierebbero di diventare modelli ideologici a cui uniformarsi separati uno dall’altro, senza un centro. Si avrebbe cioè una sorta di zombie olistico, un robot senz’anima, senza cuore, senza centro.

Nelle realtà in cui ci troviamo ad operare, queste dimensioni vengono spesso vissute in modo totalitario, a volte addirittura contrapposte una all’altra. Gli ecologisti diffidano della spiritualità, i ricercatori di sé snobbano medicine non convenzionali e cibo biologico, gli amanti del biologico non distinguono spiritualità da religione. E così in questa grande costellazione di movimenti, enti, gruppi, comunità, associazioni, milioni di individui contigui uno all’altro spesso percorrono vie parallele senza incontrasi.

Re Nudo, rivista olistica specchio del percorso evolutivo dell’essere umano olistico, cerca di mettere in comunicazione e a confronto questi mondi paralleli. E’ una sfida, una scommessa che crediamo matura. Anche per questo crediamo sia maturo il tempo di tornare con Re Nudo ad uscire ogni mese.