Il tuo corpo implora Acqua

Il libro che vi presentiamo è stato pubblicato in Italia dalla Macro Edizioni,  è un testo prezioso e semplice per una cura preventiva con l’acqua. La medicina non prende sul serio questa verità perché non c’è profitto.

Tante delle malattie che attualmente affliggono milioni di persone in tutto il mondo derivano da una semplice causa non riconosciuta: non beviamo acqua a sufficienza. Quando il nostro corpo di tanto in tanto protesta attraverso il dolore, noi chiamiamo questi disperati segnali di sete (disidratazione) asma, diabete, artrite, angina, obesità, morbo di Alzheimer, alto tasso di colesterolo, ipertensione e così via. Questa è la rivoluzionaria scoperta medica del Dott. Batmanghelidj, iraniano: Se bevessimo giornalmente più acqua, egli sostiene, molte malattie degenerative potrebbero essere prevenute, o perfino curate. L’autore scoprì per la prima volta i poteri terapeutici dell’acqua in una prigione di Teheran dove fu recluso durante la rivoluzione del 1979.

Caduto prigioniero durante la “rivoluzione” iraniana che rovesciò lo Scià, proprio nel dover curare senza mezzi i suoi compagni di carcere, prescrisse a uno dei suoi compagni di pena l’unico medicamento che avesse a disposizione: un paio di bicchieri d’acqua. Dopo il suo rilascio, il Dott. Batmanghelidj si trasferì negli USA per iniziare ulteriori ricerche circa l’uso dell’acqua come medicina. Quasi totalmente ignorato dall’ Associazione Medica Americana, dopo aver esposto le sue scoperte quasi 20 anni fa, ha reagito scrivendo un libro ” Il tuo corpo implora l’acqua” per supportare i suoi numerosi, accurati e meticolosi articoli scientifici. Secondo Batmanghelidj, l’acqua è la sostanza fondamentale e l’agente principale in tutti i processi che si verificano normalmente nel corpo umano. Egli dimostra, in teoria e attraverso molti esempi di guarigioni, che il non raggiungimento del fabbisogno giornaliero, che egli chiama “disidratazione”, può causare molti tipi di malattie. Egli afferma che la più grande scoperta di tutti i tempi a proposito della salute è che l’acqua sia la cura naturale per un ampio numero di disturbi.
L’effetto positivo dell’acqua sul nostro organismo è dovuto al suo potere depurante e disintossicante. Il nostro organismo riceve, attraverso l’ambiente e l’alimentazione, molte sostanze tossiche. Altre ne crea attraverso lo stress e le abitudini emotive negative.

L’acqua oltre ad essere indispensabile per tutte le funzioni più importanti dell’organismo, può funzionare anche da drenante delle sostanze tossiche introdotte o create e quindi, anche per questa via, può funzionare da sostanza terapeutica e favorevole alla salute. Per capire l’importanza del ruolo dell’acqua nel corpo umano si consideri anche che esso è composto per una percentuale del 75% proprio di acqua.

Una pluralità di segnali di emergenza indicano che il corpo sia disidratato cioè non sufficientemente fornito di acqua. Quando il corpo è disidratato, visto che dispone solo dell’acqua che è al suo interno, attiva un sistema di razionamento e distribuzione dell’acqua disponibile, secondo un predeterminato programma di priorità. La mancanza cronica di insufficiente acqua può causare allergie, asma e dolori cronici in diverse parti del corpo. Fra questi dolori cronici ci sono: il mal di stomaco, l’acidità, la gastrite, l’ulcera, l’artrite reumatoide, l’angina, il dolore lombare, l’emicrania, il dolore da colite e stitichezza. Di conseguenza questi dolori e disturbi dovrebbero essere trattati con regola e con maggior quantità d’ acqua giornaliera. Le indicazioni del Dott. Batmanghelidj valgono soprattutto per  prevenire tutti i disturbi indicati. Se invece si soffre già di uno o più disturbi legati alla disidratazione e la malattia non è giunta ad uno stadio irreversibile si può ben sperare di poter guarire. Occorre però non immaginare di poter capovolgere la situazione in un lampo “annegandosi” nell’acqua. Bisogna procedere con buon senso e gradualità. Si incomincia con l’aumentare gradualmente la quantità di acqua bevuta e si osserva se aumenta corrispondentemente anche l’urina. Se si stanno prendendo dei diuretici essi possono essere ridotti gradualmente e poi eliminati perché l’acqua è in assoluto il miglior diuretico esistente, per di più naturale, sempre ammesso che i reni non siano stati danneggiati in precedenza.

Secondo il Dott. Batmanghelidj il nostro corpo ha un assoluto bisogno di circa 2 litri d’ acqua al giorno. In questo conteggio non sono incluse bevande come l’alcool, il caffè, il tè e le bevande contenenti caffeina, che andrebbero escluse. Sono inoltre sconsigliate bevande artificiali. I momenti migliori per bere acqua sono al mattino presto e poi in relazione ai tre pasti principali (colazione, pranzo e cena), bevendo un quarto di litro, sia mezz’ora prima che due ore e mezzo dopo ogni pasto principale. L’ultima bevuta di acqua può essere fatta prima di andare a dormire.

Il motivo per cui pochi sanno dell’ importanza dell’acqua è data dal fatto che, con la cura dell’acqua nessuno ci guadagna se non il paziente. Le industrie chimiche, che dominano il sistema sanitario e la ricerca scientifica, sono contro tale tipo di terapie perché mette in discussione il loro operato. Oggi siamo nella situazione scandalosa in cui di nessuna grave malattia cronica, la medicina convenzionale indica e fornisce la causa.

Si limita a identificare e descrivere le malattie, i loro sintomi ed individuare i medicinali con cui trattarli per reprimerli, quando non sia consigliato l’intervento chirurgico. I pazienti non devono essere guariti, ma devono essere resi in grado di assumere per tutta la vita grandi quantità di medicinali, sopportando le controindicazioni, gli effetti collaterali e le nuove malattie generate dai farmaci stessi. La ricerca è indirizzata principalmente in base ai desideri delle industrie farmaceutiche.